Satyr, Lo psicologo tra stereotipi e servizi LA SCUOLA A FIANCO

Lo psicologo tra stereotipi e servizi

LA SCUOLA A FIANCO

 

Da quando ho iniziato il mio percorso di studi in psicologia, da molti mi sono sempre sentita dire che avrei soltanto buttato i miei anni in una laurea inutile, in quanto la gente non ancora pronta per accogliere questo tipo di professione.
Gli inutili luoghi comuni (stereotipi) che la ricoprono,oscurano non solo la spendibilità professionale  ma anche la sua fondamentale utilità in qualunque contesto umano e sociale.
Gli stereotipi possono essere definiti come dei modi schematici e precostituiti di giudizio che si basano su alcune informazioni solo in parte vere, ma che possono influenzare interi gruppi di individui assumendo comportamenti conformi a quel modus pensanti. Il lavoro dello psicologo, infatti, è spesso oggetto di discussione, genera incertezza e molti non sanno bene di cosa si tratti: da una specie di indovino o chiromante che al primo sguardo analizza l’anima e sa interpretare i sogni della gente, ad una figura professionale che lavora con i pazzi. Un lavoro inutile per molti, perché tanto ad occuparsi dei problemi personali può bastare anche un amico…

0
0
0
s2smodern

satyr, filippo gannuscio, Nessuno si salva da solo, siciliaPer un’economia di rete nella realtà siciliana

Probabilmente leggere un articolo su un’opportunità di lavoro, che parla di sviluppo territoriale legato all’agricoltura, e scoprire che chi ha scritto l’articolo è proprio una persona che ha speso il proprio tempo in formazione in questo settore e poi è stato costretto ad andare via dalla propria terra per trovare un lavoro, non è per niente incoraggiante e in alcuni casi potrebbe scaturire da parte del lettore già alle prime righe un disinteresse totale sull’argomento.

0
0
0
s2smodern

satyr, Storie di “Curtigghio” Progetto:
Storie di “Curtigghio”

“Curtigghio” è un termine siciliano che sta ad indicare: il cortile.
Esso è il luogo di raduno di tutto il vicinato che, nelle sere di agosto, in cerca di refrigerio dalla calura estiva, affronta gli argomenti più disparati.
Il termine ha sempre avuto un significa negativo.
Il progetto: Storie di “Curtigghio”, vuole invece cambiare il punto d’osservazione.
Quanti fatti saranno stati narrati in quel cortile? Quanti bambini avranno ascoltato l’anziano del quartiere raccontare di figure mitiche quasi magiche?

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Progetto Storie di Curtigghio.pdf)Progetto Storie di Curtigghio.pdf 395 kB

0
0
0
s2smodern

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione informativa estesa