0
0
0
s2sdefault

Monserrat

In tutti i territori appartenenti al Regno di Spagna, la devozione verso la Madonna del Monserrato aveva un culto di primo piano. La dominazione spagnola in Sicilia ebbe inizio nel 1516.

In molti borghi della Sicilia i mercanti catalani e le famiglie che accompagnavano le guarnigioni vollero dedicare alla Madonna della Catalogna le loro chiese. Pochi infatti sanno che il cosiddetto “Cozzo Sirruneddu”, prende origine dal “Montserrat” (Spagna) e significa: ”piccolo Monte Serrat”. Quando gli spagnoli, spingendosi verso l’entroterra arrivarono a Bisacquino, vedendo quel piccolo rilievo molto simile al loro monte, decisero di costruirvi una chiesa dedicata proprio alla Madonna di Monserrat.

Si hanno scarse notizie sulla struttura e grandezza della chiesa. Dopo aver fatto alcune ricerche sempre attraverso la memoria popolare, alcuni ricordano che intorno 1940 -1945 fosse presente una piccola cappella che custodiva la statua della Madonna di Monserrat successivamente abbattuta per la costruzione dell’attuale strada ss 188 dir.

Ovviamente, quella piccola cappella non doveva essere la chiesetta originale che sicuramente doveva trovarsi proprio sul piccolo monte.

Da alcune informazioni presenti nell’archivio storico della chiesa Madre, l'edificio sacro era ancora presente quando i Trinitari si trovavano a Bisacquino (1700).

Ad oggi,  l’unica prova che ci è arrivata è proprio la statua della Madonna del Monserrat custodita nella chiesa Madre di Bisacquino. La statua mostra una figura femminile seduta, con indosso una lunga veste, caratterizzata da pieghe verticali ed una mano alzata nell’atto di salutare il visitatore. La statua del bambinello è invece presente nella chiesa del Carmine.

Questa si somma ad una delle tante chiese che ormai non esistono più a Bisacquino.

Un’antica preghiera recitava così:

“Madunnuzza di lu Munti Sirratu

Tutta la vita aviti viaggiatu

Ma nni mia unciaviti vinutu

Vinitici ora e datemi aiutu”

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione informativa estesa